Ordinamento Sportivo Italiano CONI e Internazionale CIO

ORDINAMENTI SPORTIVI CIO CONI

C.I.O. – COMITATO OLIMPICO INTERNAZIONALE

C.O.N.I. – COMITATO OLIMPICO NAZIONALE ITALIANO

F.S.N. – FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI

(n. 45 Federazioni Sportive Nazionali)

D.S.A. – DISCIPLINE SPORTIVE ASSOCIATE

(19 Discipline Associate)

E.P.S. – ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA SPORTIVA

(14 Enti di Promozione Sportiva Nazionali)

A.S.D – ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE / POLISPORTIVE DILETTANTISTICHE / S.S.D. – SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE

(n. ASD / n.Polisportive / n.SSD per la promozione e diffusione diretta della pratica sportiva sul territorio)


ordinamento-sportivo-TESTA

Per argomentare gli “Ordinamenti Sportivi Nazionali ed Internazionali“, partiamo da “La Carta Europea dello Sport per tutti adottata dal Consiglio d’Europa nel 1975“, che afferma

all’articolo 1 che chiunque ha il diritto di praticare lo sport mentre l’articolo 2 prevede che lo sport, in quanto fattore importante dello sviluppo umano, deve essere incoraggiato e sostenuto in maniera appropriata con finanziamenti pubblici.

Nel 1992 la carta Europea, viene aggiornata e viene definita la nozione di sport, che è: “qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione organizzata o non organizzata, abbia per obiettivo l’espressione o il miglioramento della condizione fisica e psichica, lo sviluppo delle relazioni sociali o l’ottenimento di risultati in competizioni di tutti i livelli“.

In Italia, l’Ente preposto alla gestione, al controllo e allo sviluppo dello SPORT è il C.O.N.I. – Comitato Olimpico Nazionale Italiano che promuove lo svolgimento secondo determinate regole delle varie discipline sportive, attraverso le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva.

  • Le Federazioni Sportive Nazionali (FSN) hanno il compito principale di gestire gli sport siano essi agonistici e/o olimpici. Direttamente collegate altre altre Federazioni Sportive Nazionali delle altre Nazioni e con il C.I.O., con i quali enti collaborano per le attività di livello assoluto.
  • Le Discipline Associate (DSA) si occupano di attività sportive giovani che non hanno la caratura olimpica ed hanno anche caratteristiche ludiche (Dama, Scacchi, Bridge etc.)
  • Gli Enti di Promozione Sportiva (EPS) hanno la peculiarità di curare lo sport con finalità amatoriali ricreative e formative. Direttamente collegate con il CONI e indirettamente con il CIO solo attraverso il CONI e le FSN.
  • Tralasciando ulteriori Enti che si occupano di sport ( Scuole/ Università etc.) il terminale locale della piramide sportiva è l’Associazione Sportiva Dilettantistica (A.S.D.) introdotta dall’art. 90 della legge 289/2002.  ordinamento-pag.15

In Italia, la “base della piramide” viene portata avanti, come pratica sportiva sia essa agonistica, sia essa amatoriale, ludica o ricreativa, attraverso le A.S.D.che costituiscono quindi l’asse portante di tutto lo sport e che sono soggetti giuridici non riconosciuti senza autonomia patrimoniale perfetta, nel senso che per le obbligazioni verso terzi ne rispondono coloro che hanno agito in nome e per conto dell’associazione.


( ASD – EPS – FSN ) CONI – ITALIANE PROMOTRICI il N.W.

ordinamento-pag.15(3)